SABATO 8 E DOMENICA 9 FEBBRAIO 2020

Un fine settimana in cima alla Valle di Saint-Barthélemy per ciaspolare in uno stupendo ambiente di montagna invernale, un vero paradiso. Ma oltre all’incredibile panorama e all’incanto dei boschi innevati, andremo a trovare i simpatici gestori del Rifugio Magià che ci prepareranno le loro migliori specialità!

Ciaspolata-Mountain-Planet-Val-AostaROGRAMMA
Sabato:
Ritrovo a Nus – caffetteria/pasticceria Buzzi – ore 14,00.
Trasferimento in auto fino alla partenza dell’itinerario.

Escursione con le ciaspole salendo nel bosco fino all’ampia conca di La Servaz, dove si trova lo splendido Rifugio Magià, a 2007 metri di quota (circa 6 km di sviluppo, con un dislivello in salita di 350 m circa).
Sistemazione nelle camere e cena in Rifugio.

Cena e Degustazione di grappe LUIGI FRANCOLI.

Luigi Francoli

Breve uscita notturna per osservare le stelle e poi tutti a nanna!

Ciaspole-Mountan-Planet-Rifugio-MagiàDomenica:
Sveglia e colazione, con calma…
Ciaspolata tra i boschi fino all’Alpe Beauregard (il nome, che significa “bella vista”, la dice lunga sul panorama che si gode da quassù!) e rientro al Rifugio: circa 4 km di sviluppo, con un dislivello in salita e in discesa di 250 m circa.
Pranzo al sacco o in Rifugio.
Nel primo pomeriggio ritorno a valle, in gran parte per un diverso percorso.

Quota per l’accompagnamento:100 Euro (a persona – comprese spese guida)

Indicazione di spesa: 50 Euro a persona per la mezza pensione in rifugio, in camere da 4-10 posti con bagni in comune, bevande escluse. Possibilità di camere a 2-4 posti con bagno privato (supplemento di 10 Euro a persona).

Eventuale noleggio ciaspole 10 Euro a persona (per l’intero fine settimana).

COME RAGGIUNGERCI:
Autostrada A5, uscire al casello di Nus, svoltare a sinistra e raggiungere in breve la caffetteria/pasticceria Buzzi, in via Circonvallazione Sud 39. MAPPA.
Informazioni e iscrizioni (obbligatorie):

COSA PORTARE: sono necessari giacca e, possibilmente, sovrapantaloni impermeabili, pantaloni caldi e comodi, una maglia pesante (tipo pile), una maglietta intima (meglio in materiale tecnico, che asciuga velocemente), calzettoni e scarponi da trekking alti sopra la caviglia (i doposcì sono scomodi per camminare e spesso sono troppo grossi rispetto agli attacchi delle ciaspole), berretto e guanti caldi. Servono poi occhiali e crema solare e una borraccia d’acqua o, meglio, un thermos di tè caldo. Consigliamo infine un paio di ghette (che impediscono alla neve fresca di entrare negli scarponi) e di bastoncini da trekking o da sci, per mantenere l’equilibrio.
Per il pernottamento in rifugio: necessario per l’igiene personale, telo doccia e sacco lenzuolo. Il rifugio fornisce gratuitamente le ciabatte, a pagamento telo doccia e sacco lenzuolo (3 Euro ciascuno).

Noleggio ciaspole su prenotazione.

E’ possibile organizzare escursioni personalizzate con le ciaspole in altre date e con altri itinerari.

ATTENZIONE: le guide si riservano la facoltà di cambiare itinerario in base alle condizioni atmosferiche e allo strato nevoso.