SABATO  1  E DOMENICA 2 LUGLIO 2017

Un grande classico, paesaggi incredibili in un Parco che sorprende ogni volta!

Uno splendido trekking attraverso le bellezze di Veglia e Devero, le due conche gemelle all’estremo Nord del Piemonte, costellate da incantevoli laghetti e grandi foreste di larici. Due giorni di cammino tra i caldi colori dell’autunno, per conoscere insieme questo gioiello delle Alpi!

PROGRAMMA

Sabato: al cospetto del Leone.

Non preoccupatevi, niente animali pericolosi… Il primo giorno del nostro trekking sarà dedicato alla salita alla conca di Veglia, ai piedi dell’impressionante parete del Monte Leone (3553 m), la vetta più alta delle Alpi Lepontine. Il ritrovo sarà alle 15.00 all’Alpe Devero (VB). Da qui, con un trasferimento in minibus di circa un’ora, raggiungeremo San Domenico di Varzo. Quindi ci incammineremo per salire all’Alpe Veglia (1700 m), dove ci attenderà il rifugio per la notte. Questa prima tappa ha una durata di circa 2 ore, con un dislivello in salta di circa 400 metri. Cena, notte e colazione: rifugio Città di Arona, Alpe Veglia.

Domenica: camminando in paradiso.

Dopo la sveglia e la colazione ci incammineremo in leggera salita, attraverso splendidi boschi di larici, puntando verso l’Alpe Devero. Lungo il percorso ampi pianori costellati da massi erratici segneranno le tappe dell’ascesa, fino al Passo di Valtendra (2432 m). Una lieve discesa e poi ecco il secondo colle da valicare, la Scatta d’Orogna (2461 m), oltre il quale si apre la stupenda Val Buscagna. Inizierà così la discesa che, sempre attraverso bellissimi scenari, ci riporterà fino alla piana dell’Alpe Devero. Questa tappa ha una durata di circa 6 ore, con un dislivello di circa 800 metri in salta e 900 in discesa.

 

ISCRIZIONI: entro 10 giorni prima della partenza o ad esaurimento posti

Quota accompagnamento guida a persona: Euro 75

Indicazione di spesa per la mezza pensione in rifugio (bevande escluse), trasferimento minibus privato Alpe Devero- Baceno:  Euro 100 

La Guida si riserva la facoltà di cambiare itinerario in base alle condizioni della montagna o alle condizioni psicofisiche dei partecipanti.

Abbigliamento e attrezzatura

Sono necessarie scarpe da trekking, abbigliamento comodo (consigliamo di vestirsi a strati: maglietta intima, maglia a maniche lunghe, pile), zaino (attenzione che più è grande e più lo si riempie di cose inutili), giacca impermeabile, guanti e berretto caldi, crema e occhiali da sole, una borraccia (o una bottiglia di plastica) per l’acqua e dei viveri di emergenza (qualche barretta energetica; il pranzo al sacco per il secondo giorno è acquistabile in rifugio). Inoltre non dimenticate una torcia elettrica, il necessario per l’igiene personale, un asciugamano ed il sacco lenzuolo (comunque acquistabile in rifugio). Consigliati i bastoncini telescopici da trekking.

Trekking: sette buoni motivi per partire

  • un trekking ti aiuta a ritornare alla natura, liberandoti dallo stress
  • un trekking ti insegna a darti un obiettivo e a raggiungerlo, superando ostacoli e imprevisti
  • un trekking ti insegna a limitare i tuoi bisogni all’essenziale: lo zaino pesa
  • un trekking ti insegna ad apprezzare le cose semplici: il buon cibo, l’acqua fresca, il fuoco alla sera
  • un trekking ti insegna che la lentezza può essere molto meglio della velocità
  • un trekking ti insegna che il silenzio dice molte più cose del rumore
  • un trekking è sempre una grande esperienza di amicizia

COME RAGGIUNGERCI

Con l’autostrada A26 fino a Gravellona Toce. Proseguire poi lungo la superstrada del Sempione e, superata Domodossola, uscire in direzione Crodo – Valle Antigorio – Valle Formazza. Raggiungere così Baceno e da qui prendere a sinistra fino all’Alpe Devero (parcheggio a pagamento). Il punto di ritrovo è al parcheggio superiore, presso il bar La slitta. MAPPA