SABATO 7 E DOMENICA 8 OTTOBRE

Due giorni al cospetto della montagna più alta delle Alpi. Al sabato saliamo al famoso Rifugio Bonatti: il Monte Bianco è lì di fronte. Poi, dopo aver ammirato l’alba, camminiamo lungo un “balcone” affacciato sugli incredibili ghiacciai e pilastri di roccia di Sua Maestà!

PROGRAMMA

Sabato 7 ottobre: la Val Ferret.

Il ritrovo sarà alle 15.00 alla località Planpincieux di Courmayeur (1579 m). Da qui proseguiremo brevemente in auto per poi cominciare a camminare. Affronteremo un po’ di salita iniziale, attraverso bellissimi boschi di larici. Poi continueremo lungo un sentiero in quota, un vero e proprio balcone sul massiccio del Bianco. Uno spettacolo unico al mondo, fino all’arrivo al rifugio (2025 m).

Questa prima tappa ha una durata di circa 2 ore e mezza, con un dislivello in salta di circa 450 metri.

Cena, notte e colazione: rifugio Bonatti, Courmayeur.

 

Mountain-Planet-Mount-Blanc

Domenica 8 ottobre: camminando al cospetto del Re.

Per chi vuole la sveglia suonerà presto, per godersi lo spettacolo dell’alba sul sovrano delle Alpi: indimenticabile! Poi, dopo la colazione, ci incammineremo risalendo il Vallone di Malatrà fino al Pas entre deux sauts (2524 m). Scenderemo brevemente all’Alpe Sèchèron (2260 m), per poi salire al Col Sapin e alla Tete de la Tronche (2584 m), punto più alto della nostra escursione. Da quassù la vista sul Bianco è davvero eccezionale!

Proseguiremo quindi lungo la cresta del Mont de la Saxe, sempre con la vetta del Bianco davanti noi, per scendere al Rifugio Bertone e rientrare infine a Planpincieux.

Questa tappa ha una durata di circa 6 ore, con un dislivello di circa 800 metri in salta e 1250 in discesa.

Quota per l’accompagnamento: 75,00 Euro (a persona).

Indicazione di spesa:65 Euro (a persona in mezza pensione, bevande escluse).

Iscrizioni: entro il 23 settembre, inviando una mail a info@mountainplanet.net

 

La Guida si riserva la facoltà di cambiare itinerario in base alle condizioni della montagna o alle condizioni psicofisiche dei partecipanti.

Abbigliamento e attrezzatura

Sono necessarie scarpe da trekking alte alla caviglia, abbigliamento comodo (consigliamo di vestirsi a strati: maglietta intima, maglia a maniche lunghe, pile), zaino (attenzione che più è grande e più lo si riempie di cose inutili), giacca impermeabile, guanti e berretto caldi, crema e occhiali da sole, una borraccia (o una bottiglia di plastica) per l’acqua e dei viveri di emergenza (qualche barretta energetica; il pranzo al sacco per il secondo giorno è acquistabile in rifugio). Inoltre non dimenticate una torcia elettrica, il necessario per l’igiene personale, un asciugamano ed il sacco lenzuolo (comunque acquistabile in rifugio). Consigliati i bastoncini telescopici da trekking.

Trekking: sette buoni motivi per partire

  • un trekking ti aiuta a ritornare alla natura, liberandoti dallo stress
  • un trekking ti insegna a darti un obiettivo e a raggiungerlo, superando ostacoli e imprevisti
  • un trekking ti insegna a limitare i tuoi bisogni all’essenziale: lo zaino pesa
  • un trekking ti insegna ad apprezzare le cose semplici: il buon cibo, l’acqua fresca, il fuoco alla sera
  • un trekking ti insegna che la lentezza può essere molto meglio della velocità
  • un trekking ti insegna che il silenzio dice molte più cose del rumore
  • un trekking è sempre una grande esperienza di amicizia

COME RAGGIUNGERCI

Con l’autostrada A5 risalire la Valle d’Aosta fino a superare Courmayeur. Al termine dall’autostrada proseguire in direzione del Tunnel del Monte Bianco, ma, dopo circa 500 m, svoltare a destra verso la Val Ferret. Risalire quindi questa valle fino alla località Planpincieux MAPPA. L’appuntamento sarà alle ore 15.00 presso il Centro Sci di Fondo. Possibilità di ritrovarsi lungo il percorso e condividere il viaggio e le relative spese (gli interessati lo segnalino all’iscrizione).