SABATO 12 marzo 2022

Ciaspolata e cena a tappe. Dislivello mt 150.

CIASPOLATA NOTTURNA E CENA A TAPPE ALPE DEVERO – VAL D’OSSOLA

Il Ciaspolarmangiando (l’originale!) è sempre e solo sulla neve dell’incantevole conca dell’Alpe Devero, a 1640 metri di quota, senza dubbio uno dei posti più belli delle Alpi. Protetta dall’omonimo Parco Naturale della Regione Piemonte, Devero sa regalare all’escursionista attento emozioni indimenticabili. E poi qui si produce il famoso Bettelmatt, tra i più apprezzati formaggi delle Alpi.
Sarà una camminata tranquilla, di circa due ore e con minimi dislivelli, adatta anche a chi non ha mai provato le racchette da neve. Ciaspole ai piedi le nostre guide vi accompagneranno alla scoperta degli angoli più belli di queste montagne e dei locali più caratteristici.

 
PROGRAMMA
Alla luce delle stelle cammineremo sulla neve, tra i larici, per raggiungere il villaggio incantato di Crampiolo, dove degusteremo i prodotti dell’omonima azienda agricola. Ritornati a Devero ci attenderanno i dolci e le grappe. Luigi Francoli, naturalmente!

-Ritrovo a Devero (parcheggio superiore) ore 17.30 PRIMO GRUPPO – ore 19.00 SECONDO GRUPPO

-Escursione con le ciaspole fino al villaggio incantato di Crampiolo (dislivello in salita di circa 150 m, sviluppo di circa 2,5 km, durata di 1 ora circa)

-Degustazione dei prodotti dell’Azienda agricola, accompagnati da un buon vino rosso, all’Agriturismo Crampiolo, il cui titolare è uno dei sette esclusivi produttori del Bettelmatt. Tagliere di salumi – sottoli e sottaceti – tagliere di formaggi – insalata russa con noci, mele e yogurt bruschettina di pane nero e lardo – bruschettona di polenta al Bettelmatt – vino rosso

-Rientro con le ciaspole a Devero lungo un differente itinerario (sempre di 1 ora circa) e conclusione allo SkiBar, per chiudere in bellezza! Tris di dolci della casa con spumante, caffè e degustazione di grappe Luigi Francoli.

Tariffa 45 € a persona  ciaspolata e cena a tappe

Possibilità di noleggiare le ciaspole 7 euro!

COME RAGGIUNGERCI Con l’autostrada A26 fino a Gravellona Toce. Proseguire poi lungo la superstrada del Sempione e, superata Domodossola, uscire in direzione Crodo – Valle Antigorio – Valle Formazza. Raggiunta Baceno svoltare seguendo i cartelli Alpe Devero. MAPPA

 

COSA PORTARE: per una gita con le ciaspole sono necessari giacca e, possibilmente, sovrapantaloni impermeabili, un pile o maglione in lana, una maglietta intima in materiale tecnico (che asciuga velocemente), calzettoni e scarponi da trekking, berretto e guanti caldi. Per le escursioni diurne occhiali e crema solare, per le notturne una torcia elettrica. Consigliamo anche una bottiglia d’acqua o, meglio, un thermos di tè, un paio di ghette (che impediscono alla neve fresca di entrare negli scarponi) e di bastoncini da trekking o da sci, per mantenere l’equilibrio. Per il pranzo al sacco si raccomandano cibi facilmente digeribili ed altamente energetici.

Noleggio ciaspole su prenotazione.

E’ possibile organizzare escursioni personalizzate con le ciaspole in altre date e con altri itinerari.

ATTENZIONE: le guide si riservano la facoltà di cambiare itinerario in base alle condizioni atmosferiche e allo strato nevoso.

A causa della pandemia del coronavirus, l’associazione MOUNTAIN PLANET, al momento accetterà prenotazioni che saranno confermate in seguito in funzione dell’andamento epidemiologico.  Qualora sarà possibile effettuare il trekking con le ciaspole e cena in rifugio, si invitano tutti coloro che hanno aderito a seguire scrupolosamente le norme vigenti per la tutela della salute di tutti. In particolare l’iscritto dovrà essere munito di mascherina e soluzione disinfettante per le mani e si dovrà presentare alla partenza della camminata dotato di Green Pass valido. Le auto potranno essere condivise al massimo con 3 persone incluso l’autista, con 2 persone sedute nella parte posteriore. Tutti dovranno fare il viaggio indossando la mascherina. Le guide e l’associazione Mountain Planet, che organizzano il trekking, prenderanno contatto con i gestori delle strutture ricettive utilizzate per assicurarsi che siano applicate le norme vigenti in termini di protezione coronavirus.
Rimane inteso che le guide e l’associazione Mountain Planet  non potranno essere ritenute responsabili di eventuali inadempienze o danni provocati dalla cattiva gestione dell’emergenza sanitaria da parte del gestore della struttura ricettiva.

SCARICA PDF E COMPILA Autocertificazione per partecipazione escursioni Mountain Planet

SCARICA PDF E COMPILA Regolamento escursioni in fase Covid

REGOLAMENTO DELLE ESCURSIONI IN FASE COVID-19

Si potrà partecipare alle ciaspolate solo se in possesso del GREEN PASS VALIDO

  1. PRENOTAZIONE La prenotazione sarà effettuata in modalità online o telefonica. Il partecipante riceverà via e-mail il regolamento di partecipazione all’escursione ed il modello di autocertificazione “covid”; entrambi andranno stampati autonomamente, compilati, firmati e consegnati alla guida al ritrovo dell’escursione.
  2. EQUIPAGGIAMENTO TECNICO NECESSARIO PER L’ESCURSIONE Ciascun partecipante deve presentarsi all’escursione inderogabilmente munito di:

– abbigliamento e attrezzatura tecnica idonea all’escursione secondo le indicazioni fornite;

– eventuale pranzo al sacco e snack energetici;

– acqua/bevande secondo necessità e condizioni climatiche;

  1. DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE (DPI): mascherina, gel disinfettante e guanti monouso in lattice o nitrile, tutto a norma CE e in numero adeguato al numero di giorni di trekking, sacchetto per lo smaltimento dei DPI usati.
  2. COMPORTAMENTO E INDICAZIONI DELLA GUIDA

– Il partecipante dovrà attenersi strettamente a tutte le indicazioni che verranno comunicate dalla guida, per tutta la durata dell’escursione. Far presente alla guida immediatamente se ci sono componenti del gruppo che non rispettano tutte le indicazioni date. La guida potrà richiedere, a chi non osserverà le indicazioni date, di lasciare il gruppo, a quel punto la persona non sarà più sotto la responsabilità della guida.

– È sconsigliata la condivisione di auto per giungere al punto di ritrovo dell’escursione, tranne nel caso di persone conviventi. Una volta scesi dall’auto rispettare il distanziamento di almeno 2 m con le altre persone, seguendo le eventuali indicazioni suppletive della guida sul come disporsi nell’attesa della registrazione.

– La mascherina VA indossata nei momenti di arrivo, accoglienza, briefing, durante le soste e al momento di incrocio sul sentiero con altre persone anche non appartenenti al proprio gruppo, nonché qualora si debba tossire o starnutire. La mascherina NON VA indossata invece durante il cammino, rimanendo sempre distanziati di almeno 2 metri: deve essere tenuta sempre immediatamente a portata di mano (sotto il mento, in tasca…). Si indossa e si rimuove secondo le consuete indicazioni ministeriali. Qualora, per qualsiasi ragione, la guida dovesse avvicinarsi a qualcuno dei partecipanti entrambi dovranno indossare la mascherina.

– Le mani, quando necessario, vanno disinfettate con il disinfettante a norma. L’uso dei guanti non è necessario durante l’escursione, ma è obbligatorio averli con sé, per situazioni di emergenza. I guanti si indossano e si rimuovono secondo le consuete indicazioni ministeriali. Evitare di toccarsi occhi, naso e bocca con le mani (con o senza DPI).

– È obbligatorio mantenere una distanza di sicurezza di almeno 2 metri con ogni altra persona, ad eccezione dei conviventi. Tale distanza minima va tenuta durante ogni momento dell’escursione, in sosta e in movimento. È possibile richiederla direttamente, con gentilezza, a chi si avvicini troppo.

– Eventuali indumenti sudati non potranno essere messi ad asciugare all’aria aperta, ma andranno riposti in una busta e messi nello zaino. È espressamente vietato lo scambio di indumenti per qualunque motivo, sia puliti sia usati.

– È assolutamente vietato lo scambio, anche momentaneo, di qualsiasi oggetto: non passarsi bastoncini da trekking, borracce, cibi, burro cacao, creme, occhiali e qualunque oggetto personale o ritrovato in natura.

– In caso di necessità il partecipante chiamerà “aiuto”, il gruppo si arresterà adeguatamente distanziato e la guida interverrà secondo quanto consentito dalle norme.

– Durante l’eventuale pranzo al sacco i partecipanti dovranno disporsi a distanza di almeno 2 m, esclusi i conviventi.

– Al termine dell’escursione assumere la disposizione dell’accoglienza iniziale, evitare la classica foto di gruppo troppo vicini e qualsiasi assembramento.